Tipi di Ordini nel Forex

Quando si opera sul forex, cioè sul mercato dei cambi di valute, esistono diverse tipologie di ordini che possono essere effettuati sulle piattaforme con cui si opera.


Principalmente esistono tre categorie di ordini:

  1. Ordini a prezzo di mercato (market order)
  2. Ordini correlati
    ordini limite (limit order)
    ordini stop (stop order)
    limit stop
    trailing stop
  3. Ordini contingenti
    ordini MIT (market if touch)
    ordini OCO (order cancel order)
    ordini If Done

Ordine a Mercato

Tipi ordine forexI “market order” sono gli ordini effettuati secondo il prezzo attuale che il mercato sta battendo in quello specifico momento. In pratica chi utilizza gli ordini al prezzo di mercato compra al prezzo di offerta (ask) o vende al prezzo della domanda (bid) specificati dal proprio broker in quello momento. L’esecuzione dell’ordine secondo mercato avviene in tempo reale. La differenza tra il prezzo della domanda e quello dell’offerta si chiama “bid/ask spread” ed è espresso in pips.

Esempio se il broker quota la coppia Euro/Dollaro USA in questo modo:
EUR/USD Bid 1,184 / Ask 1,186
significa che il broker è disposto ad acquistare il cambio euro/dollaro a 1,184 (bid) e a vendere il cambio euro/dollaro a 1,186 (ask). Quindi se io voglio acquistare il cambio euro/dollaro piazzando un ordine a mercato su questa piattaforma lo faro a 1,184, mentre se voglio vendere lo farò a 1,186.

Ordini Correlati

Gli ordini “limit” e “stop” che analizzeremo tra poco prendono il nome di “ordini correlati” o “pendenti” in quanto servono per chiudere una posizione già aperta. Gli ordini limite sono chiamati anche “take profit” in quanto consentono di trarre un guadagno, mentre gli ordini stop si chiamano anche “stop loss” perché permettono di bloccare le perdite nel caso in cui il mercato si muova in modo sfavorevole rispetto alla posizione aperta.

Ordine Limite

I “limit order” (chiamati anche “take profit order”) sono degli ordini che pongono delle condizioni. Solo al verificarsi della condizione posta, l’ordine verrà eseguito. In pratica viene impostato un “limite” al momento dell’inserimento dell’ordine e il prezzo della coppia di valute non potrà essere superiore (in caso di acquisto) o inferiore (in caso di vendita) al prezzo limite che è stato impostato. In questo modo si può eseguire l’ordine ad un livello profittevole sulla chiusura della posizione (in acquisto o in vendita).

Abbiamo quindi due casi:

  • Buy Limit: si imposta un ordine con limite in acquisto. Si comprerà solamente se il prezzo sarà uguale o inferiore al prezzo limite impostato
  • Sell Limit: si imposta un ordine con limite in vendita. Si venderà solo se il prezzo sarà uguale o superiore a quello fissato.

Facciamo un esempio. Se operiamo sulla coppia euro/dollaro statunitense e abbiamo questa quotazione:
EUR/USD Bid 1,184
possiamo impostare sulla piattaforma un ordine di questo tipo:
buy limit 1,177 / sell limit 1,188
questo significa che l’ordine di acquisto verrà eseguito solamente nel caso in cui il prezzo scenda a 1,177, mentre l’ordine di vendita diventerà operativo solamente quando il prezzo del cambio salirà a 1,188.

Gli ordini limite consentono di consolidare il guadagno ottenuto. Esempio se apro una posizione in acquisto posso utilizzare l’ordine limite in vendita a un prezzo di alcuni pips sopra quello attuale e al raggiungimento di quel prezzo, uscirò automaticamente, ottenendo un profitto. Allo stesso modo se ho aperto una posizione in vendita su una coppia di valute posso usare un limite di acquisto ad alcuni pips sotto il prezzo di mercato, in modo da uscire dal mercato al raggiungimento di quel prezzo.

Ordine Stop

Gli “stop order” sono ordini che vengono utilizzati per limitare le perdite in caso di condizioni sfavorevoli del mercato (da qui il nome “stop-loss order”) e consentono di comprare o vendere la coppia di valute ad un prezzo predeterminato. Lo stop order viene eseguito quando viene raggiunto il livello di prezzo impostato (in questo senso è un ordine pendente).

Esistono due tipi di ordini stop:

  • Buy Stop: si compra al raggiungimento del “prezzo stop”
  • Sell Stop: si vende al raggiungimento del “prezzo stop”

Quindi ad esempio se abbiamo la coppia di valute euro/dollaro quotata EUR/USD 1,184 e inseriamo un ordine stop di questo tipo:
Sell EUR/USD 1,179 stop
vuol dire che l’ordine diventa operativo solamente se la coppia euro/dollaro scende al prezzo di 1,179.

Limit Stop Order

Esiste poi una combinazione tra ordine stop e ordine limite che prende il nome di “limit stop order”.

Esempio se la coppia euro/dollaro quota 1,177 e piazziamo un limit stop order di questo tipo:
buy EUR/USD 1,191 stop, limit 1,195
significa che nel momento in cui la coppia EUR/USD tocca il prezzo di 1,191 l’ordine diventa un limit order con limite pari a 1,195. In questo modo si opera entro un range ristretto tra 1,191 e 1,195.

Trailing Stop Order

Un altro tipo è il “trailing stop order” che è una sorta di ordine dinamico che segue il trend della coppia di valute. Serve a mantenere una determinata “distanza” (in termini percentuali o come prezzo fisso) dal prezzo di mercato e si aggiorna in base ai movimenti del mercato. Il trailing stop considera l’ultimo massimo o minimo relativo raggiunto dalla coppia di valuta e si sposta per mantenere la distanza prestabilita.

Esempio se ho una posizione rialzista aperta sulla coppia EUR/USD a 1,2125 e vogliamo piazzare un ordine trailing stop a 1,2115 con 10 pips di distanza, vuol dire che l’importo massimo che si può perdere è di 10 pips e lo stop-loss si aggiornerà in caso di movimento del mercato. Quindi se la coppia EUR/USD sale a 1,2130 allora anche lo stop si sposterà a 1,220, mantenendo inalterata la distanza di 10 pips dal nuovo massimo.

Ordini Contingenti

Gli ordini contingenti sono si hanno quando si piazzano più ordini con una determinata condizione che regola la loro attivazione. In pratica l’attivazione di uno o più ordini è condizionato dal fatto che venga attivato il primo ordine a cui sono subordinati.

Ordine MIT (Market If Touched)

Gli ordini MIT (cioè Market If Touched, mercato se toccato) sono ordini che vengono attivati sul mercato solamente nel caso in cui il prezzo fissato venga toccato o superato.

Quindi se la coppia euro/dollaro è quotata a 1,123 e piazzo un ordine MIT di questo tipo:
buy EUR/USF 1,131 market if touched
significa che se il cambio sale e tocca il valore di 1,131 allora l’ordine viene attivato e diventa un ordine di mercato.

Ordine OCO (Order Cancel Order)

Gli ordini OCO, cioè Order Cancel Order (ordine cancella ordine) o One Cancels the Other (uno cancella l’altro) prevedono che vengano piazzati due ordini differenti, uno in acquisto e uno in vendita e appena uno dei due viene eseguito, automaticamente l’altro viene cancellato.

Order If Done

In questi ordini “se fatto” abbiamo l’attivazione di un secondo ordine solo dopo l’esecuzione di un primo ordine. In pratica si hanno uno o più ordini subordinati all’esecuzione dell’ordine principale.

Esempio abbiamo un ordine principale di acquisto o di vendita da cui dipendono uno stop-order e un order-limit, che diventeranno operativi solamente una volta che viene eseguito l’ordine principale a cui sono subordinati.

Se il cambio euro/dollaro è quotato a 1,1230 e piazziamo un ordine limite di acquisto a 1,1215 e poi posizioniamo come if done altri due ordini: un ordine limite correlato di vendita a 1,1245 e uno ordine stop correlato di vendita a 1,1200, questi due ordini correlati non verranno eseguiti fino a che il primo ordine limite di acquisto non viene eseguito.